La primavera ispira la mattina

Immagine

 

Lo sentiamo sulla pelle, quel leggero brivido quando il sole passa a riscaldare le braccia finalmente scoperte dalle lunghe maniche dei maglioni invernali. Lo sentiamo nelle risate dei pomeriggi al bar con gli amici, il richiamo della libertà. Lo sentiamo in fondo allo stomaco, quel desiderio di andarcene, misto al volo delle farfalle. Lo sentiamo nel naso, il profumo di fresco e nuovo, mentre sogniamo l’odore di salsedine. Lo sentiamo sulle spalle, il peso di tutto il lavoro che finalmente possiamo lasciare indietro. Lo sentiamo fino nelle dita dei piedi, il risveglio della primavera.

Qualcosa in noi cambia, volontariamente o no, ma se la primavera stessa porta il cambiamento, non possiamo vederla come un’opportunità per mutare noi stessi in meglio? Quel diario che da tanto tempo volevamo iniziare a scrivere; quel disco che da gennaio sta appoggiato sulla scrivania, ricoperto da un sottile strato di polvere; la montagna di vestiti sulla sedia che forse è ora di riordinare, visto che tra maglie e pantaloni ritroviamo anche la tuta da sci; l’addobbo di Natale che da tanta fretta avevamo dimenticato di togliere e alla cui vista ci siamo ormai abituati. Credo che sia ora di prendere in mano tutte queste cose e dare una svolta alla routine frenetica nella quale ci siamo rifugiati, cercando di non annegare, per tutto l’inverno.

“Come si fa?” penserete. Non posso ritenermi un’esperta, ma non credo che sia nemmeno così difficile. Inizierei dalle piccole cose, riordinare l’armadio e nascondere sotto al letto giacconi ripieni delle piume di 50 oche; aprire la finestra non solo per far uscire l’odore di chiuso, ma per far entrare una folata d’aria mista al profumo dei fiori (altamente sconsigliato per chi soffre di allergie); magari già che ci siamo uscire all’aperto per lavorare al computer o leggere qualcosa, e non rinchiudersi dietro i vetri del salotto. Probabilmente sembrano idee ridicole, ma perché non provarci, possiamo solo trarne vantaggi e se le mie proposte vi sembrano alquanto insensate cercatene di vostre. Ovunque vi girate potete trovare idee a valanghe, sono sicura che ognuno se vuole può trovare qualcosa di adatto per sé.

Per esempio tutti avrete già notato la moda del #100happydays, dove bisogna ogni giorno pubblicare su un social network a scelta, qualcosa che ci ha fatto sorridere, perché quindi non provare a trovare qualcosa per cui vale la pena essere di buon umore ogni giorno, non bisogna subito condividerlo con il mondo, basta trovarlo. Vi lancio questa sfida, cambiate qualcosa, sorridete, partite dalle piccole cose di ogni giorno, fate qualcosa per rendere questo sentimento di primavera ancora più vivo, e magari lasciatelo in un commento qui sotto, chissà che per qualcun altro non sia d’ispirazione.

Schermata 11-2456616 alle 16.46.29

L’autrice di questo articolo si chiama Arianna Corradini e, come potete facilmente intuire, ama parlare  di sé in terza persona

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s